NomeRaffaele
    CognomePignone
    Emailraffaelepignone@tin.it
    Telefono Ufficio0559119428
    Titoli di Studio e Corsi di Specializzazione
    Laurea con Lode in Scienze Geologiche conseguita presso l'Università di Bologna nel 1975

    Curriculum Professionale
    Professionalità specificata in conoscenze

    Ha iniziato l’attività professionale in qualità di geologo rilevatore per l’Ente Regione Emilia-Romagna nel febbraio del 1976 come consulente fino al 30 gennaio del 1978. Dal 1 febbraio 1978 è stato assunto a tempo indeterminato dalla Regionale.

    Rilevatore per la carta dei suoli e geologica della Pianura Padana alla scala 1:25.000 dal 1976 al 1982 .per una superficie, ricadente nelle Province di Bologna, Modena, Ravenna e Ferrara, di circa 1300 kmq .

    Rilevatore della cartografia del dissesto idrogeologico alla scala 1:25.000 dell’Appennino negli anni 1978 - 1985.

    Ha collaborato alla redazione di cartografie tematiche di sintesi per la programmazione regionale alla scala 1: 200.000 (1978-85) :

    a) Carta pedologica : fattori pedologici e associazioni di suoli in Emilia-Romagna
    b) Carta della Capacità d’uso dei suoli della regione Emilia-Romagna.
    c) Carta dell’uso reale del suolo
    d) Carta Geologica della Pianura Padana
    e) Carta del dissesto idrogeologico

    Direttore dei lavori e collaudatore della carta della stabilità dei versanti e geomorfologica di tutto l’ Appennino Emiliano - Romagnolo alla scala 1:25.000 dal 1978 al 1985. ( N. 110 tavolette)

    Ha partecipato dal 1978 al 1980 al progetto finalizzato del C.N.R. “geodinamica”, per la realizzazione di una carta del rischio sismico di tutta la regione in scala 1:200.000

    Membro della commissione per l’attuazione del “Primo Progetto Sperimentale” per la formazione di uno strumento urbanistico del Comune di Rimini in zona sismica, delibere di Giunta 6295/85, 395/86 e 6314/86.

    Ha partecipato alla realizzazione di norme e metodologie di rilevamento:

    a) metodologia di rilevamento della Carta dei suoli regionale(1976 – 82);
    b) metodologia per la realizzazione della Carta della stabilità dei versanti della regione alla scala 1:25.000, pubblicata dalla casa editrice Pitagora nel 1977;
    c) ha coordinato il Comitato tecnico Scientifico nominato con Del. G. n. 5772/81 per la messa a punto delle “Norme generali per il rilevamento e la compilazione della Carta geologica dell’Appennino Emiliano-Romagnaolo in scala 1:10.000”, aggiornate nel 1985 e 1990;
    d) ha collaborato alla realizzazione delle “Linee guida per la realizzazione della cartografia Geologica Nazionale in scala 1:50.000” predisposte dalla Commissione CNR (DP. CNR. N. 11468 del 1990) e pubblicate dal Servizio Geologico Nazionale;
    e) ha partecipato alla realizzazione delle linee guida per la realizzazione della “Carta inventario dei fenomeni franosi in Italia”, nominato dal Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome con nota del 17/05/99, prot. N. 3822/20 della Regione Piemonte.

    Responsabile della realizzazione di cartografie tematiche quali:

    a) carta del rischio geoambientale in scala 1:250.000 di tutto il territorio regionale (1994 I° Edizione, II° Edizione in corso d’opera);
    b) carta della pericolosità da frane di tutto il territorio dell’Appennino Emiliano - Romagnolo in scala 1:25.000 ai fini di Protezione Civile (’96 - ’98);
    c) carta dell’inventario dei fenomeni franosi in scala 1:25.000 e della relativa banca dati (‘95 -‘97);
    d) cartografia di microzonazione sismica in scala 1:10.000 (’96 - 2001).
    e) ricerca sulla tettonica gravitativa,
    f) carta geologica strutturale alla scala 1: 100.000 dell’appennino
    g) ricerca storica e banca dati dei movimenti franosi ,
    h) studi inerenti il reticolo idrografico e i micro bacini,
    i) geologia del sottosuolo della pianura padana e banca dati,
    j) inventario dei fenomeni franosi (Progetto nazionale IFFI).

    Responsabile del progetto Regione Emilia - Romagna – ENI-AGIP per lo studio delle riserve idriche del sottosuolo (1995-1998)

    Professionalità specificata in esperienze

    Responsabile dell’Unità Operativa Organica “Geologia Dissesto Idrogeologico, Sismica della Regione Emilia-Romagna” dal 1986 al 1992.

    Dirigente responsabile dell’Ufficio Geologico Regionale fin dalla sua istituzione nel 1992 al 2002, costituito da due Dirigenti, dieci laureati e un tecnico disegnatore.

    Dirigente responsabile del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli fin dalla sua istituzione 01/01/2003 al 31 luglio 2014, costituito da 42 collaboratori regionali( geologi, ingegneri, agronomi, architetti, geometri, informatici e amministrativi) da 10 professionisti esterni e dopo il sisma del maggio 2012 sono stati assunti a tempo determinato 12 ingegneri e 2 geometri per il controllo dei progetti per la ricostruzione.

    Responsabile del Progetto e Presidente del Comitato Scientifico per la Carta Geologica dell’Appennino Emiliano - Romagnolo in scala 1:10.000 (istituito con delib. G. n. 5772 627/83) realizzata dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con i Dipartimenti di Geologia delle Università di Bologna, Modena, Parma, Pavia, Pisa, Padova, Firenze e il C.N.R. di Pisa, nell’ambito del quale sono state prodotte n° 320 carte geologiche (dal 1980 al 2000) per una superficie di circa 12.000 Kmq.

    Responsabile del Progetto per la Regione Emilia-Romagna di realizzazione della nuova Carta Geologica Nazionale in scala 1:50.000, in collaborazione con il Servizio Geologico d’Italia per un totale di n°40 fogli(su complessivi 160 a livello nazionale) di cui 20 relativi all’Appennino e 20 della Pianura Padana, attualmente in corso di realizzazione (1992 - 2004). La Regione ha ottenuto un finanziamento complessivo dallo Stato di Lire 21.000 milioni per il completamento della cartografia geologica regionale, tramite convenzione (L.67/88 e 305/89) delibere di G. n. 4143/91 e 4685/92 e Accordi di Programma (L. 438/95, art. 4 sexies) delibere di G. n. 1997/96 e 1496/2000, che prevede la gestione del Programma da un Funzionario Delegato dello Stato:

    a) Responsabilità nel Progetto “Carta geologica regionale e nazionale” dal 1980 al 2004:

    - Coordinamento tecnico-scientifico di sette Dipartimenti Universitari e di due strutture del C.N.R. e di circa 25 docenti;
    - Coordinamento tecnico-organizzativo dei rilevatori con incarico professionale, analisti e informatici in media circa venti per anno;
    - Coordinamento e responsabilità amministrativa e contabile verso il Servizio Geologico Nazionale;
    - direzione appalti per lavori di sondaggi, banche dati e stampa della cartografia.

    b) Gestione dell’Accordo di Programma come Funzionario Delegato dello Stato, ordinatore secondario di spesa, il quale eroga fondi posti a sua disposizione a mezzo di ordini di accreditamento, personalmente responsabile dell’esattezza della liquidazione delle spese e dei relativi ordinativi di pagamento, come pure della regolarità dei documenti e degli atti presentati dai creditori, tenuto all’osservanza delle disposizioni normative previste per la contabilità generale dello Stato dal R.D. 18 novembre 1923 n. 2440 e dal relativo regolamento R.D. 23 maggio 1924, n.827. Ogni semestre provvede alla compilazione del rendiconto amministrativo e contabile da inviarsi tramite la ragioneria provinciale dello Stato alla delegazione regionale della Corte dei Conti.

    Responsabilità di coordinamento in settori di interventi di Protezione Civile:

    a. è stato più volte responsabile (circa 2 mesi su 5) del campo base della Regione Emilia-Romagna di Baragiano (Potenza) durante l’azione di solidarietà alle popolazioni
    b. meridionali colpite dal sisma del novembre 1980 in cui la Regione Emilia-Romagna fin dai primi giorni è stata impegnata in una azione di coordinamento e di programmazione degli interventi e degli aiuti dei Comuni e delle Province dell’Emilia-Romagna. Al campo base erano presenti tra medici, tecnici, volontari circa 100 persone in media al giorno.
    c. Ha coordinato gli interventi della Regione Emilia-Romagna dopo l’alluvione che colpi il territorio della Comunità Montana di Borgo Val di Taro nel novembre 1982.
    d. Ha coordinato tutte le verifiche di agibilità degli edifici privati, pubblici e privati dopo il sisma del maggio del 2012 che ha colpito l’Emilia. A tali rilievi hanno partecipato circa 3.200 tecnici ingegneri, architetti, geometri e geologici provenienti da tutta l’Italia per un numero di edifici di circa 42.500 e costituendo una banca dati a disposizione dei Comuni e degli Enti interessati in pochissimi giorni per la prima volta nel nostro Paese.
    e. Ha firmato l’approvazione di tutti i progetti pubblici( scuole, municipi,…) per la ricostruzione post-sisma e controllato a campione i progetti dei privati dal 20 maggio 2012 al 31 luglio 2014.

    Responsabile della segreteria tecnica interdirezionale dei lavori della Commissione ICHESE:

    Con Determina Dirigenziale n. 7940 del 04/07/2013 è stata costituita la segreteria tecnica, come previsto dall’Ordinanza n.81 del 23/11/2012 del Presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato per il sisma, per il recepimento dei lavori da parte della Commissione internazionale tecnico scientifica(ICHESE) che ha il compito di valutare “le possibili relazioni tra attività di esplorazione per gli idrocarburi e aumento dell’attività sismica nell’area emiliano-romagnola colpita dal sisma del 2012”. La segreteria tecnica, costituita presso il Servizio Geologico,sismico e dei suoli regionale, ha il compito di rendere operativi i risultati della Commissione ai fini della ricostruzione e della pianificazione urbanistica e territoriale dell’area interessata dal sisma.

    Responsabile della convenzione di ricerca con ENI:

    La Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Ravenna, il Comune di Ravenna e ENI hanno sottoscritto, dal 2001 ad oggi( delibere: n.1828/2001, n.348/2006 e n.1016/2010), un protocollo d’intesa per la realizzazione di un progetto sperimentale sulla iniezione di acqua nel pozzo Angela Angelina 1 ai fini del controllo e mantenimento della pressione degli acquiferi di livelli produttivi e per la fattibilità di tecniche innovative di stabilizzazione e recupero della spiaggia a basso impatto ambientale. L’intesa prevede la costituzione di un gruppo di lavoro formato dai tre Enti e dall’ENI e coordinato dal sottoscritto.

    Fornisce consulenza nel campo della pianificazione a livello comunale (PRGC), provinciale (P.T.C.P.) e regionale (Piano Paesistico, Piano di Coordinamento)

    Collabora con le Autorità di Bacino fornendo conoscenze territoriali e supporto tecnico.

    Responsabile dell’Unità Operativa di Bologna del Progetto Strategico C.N.R. per la geologia delle grandi aree urbane. Bologna, Genova, Firenze e Napoli dal 1996 al 2004.

    Membro della Commissione di studio per la Cartografia Geologica e geomorfologica del C.N.R. dal 1990 (DP. C.N.R. n°11468 del 1990 e DP n°13072 del 1994) con il compito di coordinare la realizzazione della cartografia geologica nazionale e di predisporre linee guida per il rilevamento della Carta Geologica e della banca dati.

    Membro del Comitato Geologico Nazionale del Servizio Geologico d’Italia dal 1994 al 2010 come da: DPCM del 4/02/1994), DPCM n. 1308 del 23/03/1999 e Decreto del Ministro dell’Ambiente n. GAB/DEC/02372005 del 22 febbraio 2005 come rappresentante delle Regioni e Province Autonome.

    Coordinatore del Gruppo di Lavoro regionale per la realizzazione della Nuova Carta della Vulnerabilità, nominato con Determina del Direttore Generale all’Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 6636 del 6 luglio 2001.

    Membro del Consiglio Direttivo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (art. 6 D.L. gs. 29 settembre 1999, n.381) designato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni nominato con Decreto del ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica del 24/7/2000 n. 537 RIC. e riconfermato per il secondo mandato il 26 maggio 2005. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è il più grande Istituto di ricerca d’Europa nel campo della geofisica e vulcanologia e collabora con la Protezione Civile Nazionale nel campo della sismica.

    Membro del Comitato Scientifico delle Regioni Europee che organizzano riunioni di coordinamento e convegni sulla Cartografia geologica e i Sistemi Informativi, a cui partecipano il Servizio Geologico Europeo, il Servizio del Suolo Europeo e i Servizi Geologici della Catalogna e della Baviera.

    Organizzatore di numerosi congressi nazionali (Bologna dal 1985 al 2015) ed internazionali (Bologna 1994, Barcellona 1997, Monaco nel 2000 e Bologna 2003, Barcellona 2006, Monaco 2009, Bologna 2012 e Barcellona 2015 ) su temi di cartografia geologica e utilizzo del territorio (geologia urbana, riserve idriche sotterranee, microzonazione sismica, riserve idriche, geologia e turismo).

    Promotore di meeting e tavole rotonde sul tema della cartografia geologica e la pianificazione presso Servizi Geologici regionali e nazionali quali il Servizio Geologico francese (1990), il Servizio Geologico Catalano (dal 1990, al 2015), il Servizio Geologico della Baviera (dal 1992 al 2014, ), il Servizio Geologico Ungherese (1995), Servizio Geologico danese 1993), Servizio Geologico Olandese (1993 e 1995), il Servizio Geologico Ceco (1995), il Servizio Geologico del Marocco (1985, 1990, 1994 e 2000), Servizio Geologico Albanese (1994, 1995, 2000), Servizio Geologico Argentino 2007, Croato, Sloveno,…

    Curatore di numerose pubblicazioni e volumi speciali nel campo della geologia, pedologia, sismica, risorse idriche, geologia urbana, dissesto idrogeologico, ecc.


    Pubblicazioni
    Curatore di numerose pubblicazioni e volumi speciali nel campo della geologia, pedologia, sismica, risorse idriche, geologia urbana, dissesto idrogeologico, ecc… e di oltre 500 carte, a diverse scale e contenuti geo-scientifici.


    1) Guida alla realizzazione di una carta della stabilità dei versanti, articolo pubblicato sul bollettino dell'AIC n. 39 del 1977.
    2) Ricostruzione geometrica parziale di un lobo di conoide sottomarina, articolo pubblicato sulle memorie della Società Geologica Italiana nel 1978 e presentato a Bologna nella seduta scientifica del 23 giugno 1978.
    3) Guida alla realizzazione di una carta della stabilità dei versanti, volume(72 pagine) metodologico della Regione Emilia - Romagna edito dalla casa editrice Pitagora Bologna anno 1977.
    4) Carte dell'Uso reale del suolo alla scala 1:25.000 delle tavolette IGMI di S.P. in Casale e Castel maggiore, anno di pubblicazione 1978-1979.
    5) Carta pedologica: fattori pedogenetici e associazioni di suoli in Emilia - Romagna, con carta dei suoli alla scala 1:200.000 di tutto il territorio regionale, volume( 144 pagine) della Regione Emilia - Romagna edito dalla casa editrice Pitagora Bologna anno 1979.
    6) Carta dei suoli della tavoletta IGMI alla scala 1:25.000 di Borgo Panicate, anno 1979, stampata dalla Regione Emilia - Romagna.
    7) Capacità d'uso dei suoli della Regione Emilia - Romagna, con carta in scala 1:200.000 di tutto il territorio regionale, volume(34 pagine) pubblicato dalla Regione Emilia - Romagna, anno 1981.
    8) Carta geologica di Cusercoli e Borello alla scala 1.25.000 con note illustrative, anno 1980, stampata dalla S.EL.CA. di Firenze.
    9) Carta geologica di Predappio e Bertinoro alla scala 1:25.000 con note illustrative, anno 1981, stampato dalla ditta S.EL.CA. di Firenze.
    10) Carta geologica di Ceseana e Sogliano alla scala 1 : 25.000 con note illustrative, anno 1982, stampato dalla ditta S.EL.CA. di Firenze.
    11) I suoli della pianura del Comprensorio Bolognese e le loro capacità d'uso, con cartografia alla scala 1:25.000, volume stampato dalla Regione Emilia - Romagna e dal Comprensorio di Bologna anno 1980.
    12) Cartografia tematica per la valutazione del territorio del Comprensorio della Bassa Pianura Modenese, volume(78 pagine) con allegate sei carte alla scala 1:25.000, stampato dalla Regione Emilia - Romagna e dal Comprensorio Bassa Pianura Modenese , anno 1984.
    13) Progetto cartografia geologica della regione Emilia - Romagna, articolo pubblicato sugli atti del Seminario "Progetto Cartografia Geologica" Bologna 22-23 febbraio 1985, casa editrice Moderna Bologna.
    14) Carta dell'Uso Reale del Suolo alla Scala 1:200.000 di tutto il territorio della Regione Emilia - Romagna, pubblicata dalla ditta S.EL.CA di Firenze, anno 1986.
    15) Carta pedologica del bosco della Mesola, anno 1985.
    16) Norme generali per il rilevamento e la compilazione della Carta geologica dell'Appennino
    emiliano - romagnolo in scala 1:10.000, pubblicate dalla Regione Emilia - Romagna, anno 1982, aggiornate nel 1990.
    17) I suoli della bassa pianura ravennate, con cartografia alla scala 1:50.0000, volume( 83 pagine) pubblicato dalla Regione Emilia - Romagna, anno 1987.
    18) Report of the scientific commttee al I° European Congress on Regional Geological Cartography and Information Systems, Bologna june 13-16, 1994.
    19) Carta del rischio geo-ambientale in scala 1:250.000, anno 1994, stampata dalla S.EL.CA. di Firenze.
    20) Carta del dissesto geologico attuale Foglio 218SE - Carpiteti, volume con cartografia allegata alla scala 1:25.000, stampata dalla ditta S.EL.CA. di Firenze, anno 1994.
    21) Atti del Secondo Seminario di Cartografia Geologica, organizzato dalla Regione Emilia - Romagna, Bologna 1990 - relazione introduttiva "Progetto cartografia geologica 1:10.000 e 1:50.000 della Regione Emilia - Romagna".
    22) Volume divulgativo sulle pianure "Alluvial plains" realizzato in collaborazione con i Servizi geologici dell'Olanda, Ungheria, Catalogna e Emilia - Romagna, anno 1997, edito dall'Institut Cartogràfic de Catalunya.
    23) Riserve idriche sotterranee della Regione Emilia - Romagna, volume con allegate sette cartine alla scala 1.250.000 realizzato dalla Regione e dall'ENI-AGIP e pubblicato dalla ditta S.EL.CA di Firenze anno 1998.
    24) Carta degli "Itinerari geologico-ambientali nella val Ceno", anno 1999, stampata dalla S.EL.CA: di Firenze e Eliofototecnica Barbieri di Parma.
    25) Carta geologica di pianura dell' Emilia - Romagna, cartografia alla scala 1:250.000 di tutto il territorio regionale, stampata dalla ditta S.EL.CA di Firenze 1999.
    26) Carta degli "Itinerari geologico-ambientali nelle colline bolognesi", anno 2001, stampata dalla S.EL.CA. di Firenze e da EFTB di Parma.
    27) "I numeri sulle frane" volume sul dissesto idrogeologico realizzato dalla Regione Emilia - Romagna e pubblicato da Grafiche Damiani, Bologna, anno 1999.
    28) Geologia Urbana di Bologna, atti del Convegno "Geologia delle Grandi Aree Urbane" Bologna 4/5 novembre 1997, stampa Compositori Bologna, anno 1999.
    29) Atti del Convegno "Le Pianure Conoscenza e Salvaguardia il contributo delle scienze della terra", Ferrara 8-11 novembre 1999, stampati da Labanti - Bologna(2000).
    30) Carta geologico - strutturale dell'Appennino Emiliano - Romagnolo, volume con note illustrative e cartografia alla scala 1:250.000, pubblicata dalla ditta S.EL.CA. di Firenze, anno 2002.
    31) Carta della pericolosità relativa da frana ai fini di protezione civile, volume con note illustrative e cartografia alla scala 1:250.000, pubblicata dalla SystemCart di Roma, anno 2002.
    32) Etude et gestion des risques naturels en Emilia - Romagna, pubblicato dalla rivista francese "Geologues", n.135, anno1992.
    33) Carta sismotettonica della Regione Emilia - Romagna alla scala 1:250.000, pubblicata dalla S.EL.CA. di Firenze, anno 2003.
    34) CD divulgativo "Pianeta Terra struttura e dinamica della terra" edito dalla Regione Emilia - Romagna, anno 2003.
    35) Carta degli "Itinerari geologico-ambientali nelle terre Matildiche", volume con allegata carta alla scala 1: 10.000, pubblicata dalla SystemCart di Roma, anno 2004.
    36) Pubblicati n. 9 fogli della Cartografia Geologica Nazionale alla scala 1:50.000 con relative note illustrative negli anni 1997-2004 : foglio n.197 "Bobbio", n.198 "Bardi", n.216 "Borgo val di Taro", n. 223 "Ravenna" n. 236 "Pavullo nel Frignano" n . 237 "Sasso Marconi" n. 252 "Barberino del Mugello" , n. 254 "Modigliana".
    37) Pubblicato n. 160 carte geologiche dell'Appennino Emiliano - Romagnolo alla scala 1:10.000, negli anni 1985/2004.
    38) Pubblicato n. 32 carte geologiche alla scala 1:25.000 dell'Appennino Emiliano - Romagnolo, negli anni 1999/2004.
    39) Pubblicato n. 29 carte della stabilità dei versanti alla scala 1:25.000 negli anni 1980/1985.

    RELAZIONI E ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI E/O SEMINARI

    1) Relazione "Lo stato delle conoscenze sul Dissesto Idrogeologico in Emilia - Romagna e il loro sviluppo nel Progetto Risck Aware" al convegno "la meteorologia a supporto della gestione del rischio idrogeologico" organizzato dal Servizio IdroMeteo dell'ARPA della Regione Emilia - Romagna, Bologna 19 maggio 2004.
    2) Presidente della sessione " Ricerca e Modelli per il Territorio" nell' ambito della settima Conferenza Italiana Utenti ESRI, Roma 21-22 aprile 2004.
    3) Partecipazione alla Tavola rotonda "Verso una conoscenza integrata del quadro del dissesto: prospettive e sviluppo" nell'ambito del Convegno "Inventario Fenomeni Franosi in Italia" organizzato dall'ARPA Piemonte, Torino 31 marzo 2004.
    4) Intervento al Seminario "Natura, Geologia e Sicurezza Territoriale nelle Terre Matildiche" sulle attività di divulgazione del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia - Romagna organizzato dalla Regione e dalla Provincia di Reggio Emilia - Castello di Rossena 27 marzo 2004.
    5) Partecipazione alla Tavola rotonda nell'ambito del Convegno "La risorsa acqua in Provincia di Ferrara" 0rganizzato dalla Regione Emilia - Romagna, Provincia di Ferrara e Università degli studi di Ferrara, tenutosi a Ferrara l'11 marzo 2004.
    6) Relazione introduttiva alla giornata di studio "La nuova classificazione sismica nazionale, ordinanza 3274/2004" organizzata dalla Regione Emilia - Romagna e dall'Ordine dei Geologi - Bologna 8 marzo 2004.
    7) Presentata una relazione "La risorsa acqua in Emilia - Romagna" al Convegno "Risorsa Acqua" organizzato dal Gruppo Consiliare DS della Regione Emilia - Romagna - Bologna 2 febbraio 2004.
    8) Relazione al Convegno "La Cartografia Geologica in Regione Liguria- stato di attuazione e nuove prospettive" sulla esperienza del progetto di cartografia geologica della Regione Emilia - Romagna - Genova 10 ottobre 2003.
    9) Intervento al Seminario "L'Appennino e il suo progetto" sulle tematiche di difesa del suolo e sviluppo dell'Appennino, promosso dall'Archivio Osvaldo Piacentini e tenutosi il 26 luglio 2003 aq Santo Stefano di Pineto - Vetto d'Enza (RE).
    10) Relazione introduttiva, a nome del Comitato Scientifico, al IV° European Congress on Regional Geoscientific Cartography and Information Systems-Geoscientific Information for Spatial Planning organizzato dalla Regione Emilia - Romagna, Baviera e Catalogna a cui hanno partecipato 39 Paesi Europei e del nord Africa - Bologna 17-20 giugno 2003, sono stato responsabile dell'organizzazione e membro del Comitato Scientifico.
    11) Relazione "Gli aspetti quantitativi della risorsa acqua" al Workshop "Protezione e tutela delle acque in Emilia - Romagna" organizzato dalla Regione Emilia - Romagna - Bologna 11 aprile 2003.
    12) Relazione "Programma di studio sugli acquiferi del sottosuolo" al Convegno "Assetto Idrogeologico Costiero organizzato dalla Provincia di Ferrara e dal Comune di Comacchio - Comacchio 22 giugno 2001.
    13) Relazione "Geologia e Turismo in Emilia - Romagna" e organizzatore del Convegno nazionale di "Geologia e Turismo" promosso dalla Regione Emilia - Romagna, Bologna 9 marzo 2001.
    14) Organizzatore, Membro del Comitato Scientifico e coautore della relazione introduttiva del "Third Congress on Regional Geological Cartography and Information Systems", tenutosi a Monaco di Baviera dal 24 al 27 ottobre 2000.
    15) Organizzazione del convegno nazionale "La nuova Carta Geologica d'Italia" Strumento per la gestione del territorio e dell'ambiente, promosso dal C.N.R. e dal Servizio Geologico Nazionale , Roma 10 ottobre 2000.

    16) Relazione "Elementi del Sistema Informativo Regionale, repertorio cartografico, base di dati, pianificazione ambientale" al Seminario scientifico "Problemi nella Metodologia per la scelta e la qualificazione del sito e del deposito nucleare" organizzato dal gruppo di lavoro sulle condizione per la gestione in sicurezza dei rifiuti radioattivi(Accordo Governo, Regioni, Provincie Autonome del 4/11/1999), Roma 12 Giugno 2000.
    17) Relazione "L'esperienza CARG della Regione Emilia - Romagna" convegno organizzato dalla Regione Friuli per la presentazione del progetto CARG, Udine 27 marzo 2000.
    18) Organizzatore e Membro del Comitato Scientifico del Convegno "Le Pianure - Conoscenza e Salvaguardia - il contributo delle scienze della terra" promosso dalla Regione Emilia - Romagna, Provincia, Università e Comune di Ferrara, Ferrara 8_11 novembre 1999.
    19) Organizzatore e coautore della relazione introduttiva del convegno "Geologia della Grandi Aree Urbane" Progetto strategico del CNR, organizzato dalla Regione Emilia - Romagna e dal CNR, Bologna 4-5 novembre 1999.
    20) Relazione introduttiva al Seminario di presentazione della cartografia "Itinerari Geologico - Ambientali nella val Ceno", organizzato dalla Regione, Provincia di Parma e Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno - Varano de' Melegari 9 ottobre 1999.
    21) Relazione "L' attività svolta dalla Regione Emilia - Romagna per la conoscenza dei rischi naturali" al Convegno "Rischi naturali: conoscere per pianificare e gestire il territorio" organizzato dalla Regione Piemonte - Torino17 e 18 giugno 1999.
    22) Partecipazione alla Tavola rotonda "La gestione del Territorio: Esperienze a Confronto" Convegno organizzato dal Comune di Genova e l'AMGA - Genova 27 aprile 1999.
    23) Relazione " Il ruolo dei Servizi Geologici Regionale" presentata al convegno "Difesa del Suolo in Puglia" organizzato dall'Ordine dei geologi della Puglia, Bari 19 novembre 1998.
    24) Relazione "Proposta del Parco geologico della Val Ceno e aree limitrofe" presentata al Convegno "Geologia e Ambiente : una risorsa per l'Appennino" organizzato dall'Ordine dei Geologi dell'Emilia - Romagna, Castell'Arquato (PC) 12-13 giugno 1998.
    25) Relazione "Le conoscenze del suolo e del sottosuolo ai fini del Vincolo Idrogeologico" presentata al convegno "L'interpretazione del Vincolo Idrogeologico nella bassa pianura padana" organizzato dall'Ordine dei Geologi dell'Emilia - Romagna, Ferrara 30 maggio 1998.
    26) Organizzatore e relazione introduttiva al convegno "Acque Sotterranee conoscenza geologica e idrogeologica" organizzato dalla Regione Emilia - Romagna e ENI-AGIP, Bologna 27 marzo 1998.
    27) Relazione "Esperienze dei Servizi Geologici Regionali d'Europa" presentata al Convegno nazionale "La conoscenza geologica del territorio" organizzato dalla Regione Marche, Urbino 26 settembre 1997.
    28) Membro del Comitato Scientifico e coautore della relazione introduttiva del "Second Congress on Regional Geological Cartography and Information Systems" promosso dalle Regioni: Catalogna, Baviera e Emilia - Romagna e tenutosi a Barcellona dal 16 al 20 giugno 1997.
    29) Relazione "Le conoscenze geologiche del territorio" presentata al convegno "Sviluppo e territorio: una convivenza possibile?" organizzato dal Gruppo consiliare Verdi della Regione Emilia - Romagna, Pianoro(BO) 7 giugno 1997.
    30) "Relazione "Stato delle conoscenze geologiche: la cartografia geologica della R.E.R.". presentata al seminario " Le conoscenze geologiche applicate alla pianificazione territoriale e alla difesa del suolo" organizzato dalla Comunità Montana Valli del Savena e dell'Idice, Sasso Marconi 23 maggio 1977.
    31) Comunicazione al convegno "Il riequilibrio territoriale e ambientale della Regione Calabria, organizzato dall'Ordine dei Geologi della Calabria, Noverato 30 novembre 1996.
    32) Relazione "La cartografia di rischio-Case histories" presentata al seminario di studi sul problema della "Difesa del Suolo" organizzato da Italia Nostra, Torino 30 novembre 1996.
    33) Relazione "La nuova cartografia geologica e del dissesto" presentata al convegno "Convivere con le Frane" organizzato dall'Ordine dei Geologi dell'Emilia - Romagna, Parma 28 giugno 1996.
    34) Relazione "Incidenza dei fenomeni franosi sul territorio parmense: dati di interesse generale e prospettive" presentata convegno "Problematiche Ambientali e Dissesto nella Provincia di Parma" organizzato dal sindacato CGL, Langhirano (PR) 15 marzo 1996.
    35) Relazione "Il Sistema Informativo Territoriale" presentata al convegno "Cave e Costa nel territorio del Nord Barese - Problematiche Ambientali" organizzato dall' Ordine dei Geologia, Trani 9 dicembre 1995.
    36) Relazione "Aspetti tecnico-cartografici" presentata al convegno "Applicazione e gestione del vincolo idrogeologico in Emilia - Romagna" organizzato dalla Regione Emilia - Romagna e dall'Ordine dei Geologi, Bologna 24 febbraio 1995.
    37) Relazione "Assetto e ruolo del Servizio Geologico nelle strutture pubbliche regionali. Carta del rischio ambientale in Emilia-Romagna" presentata al convegno "Il ruolo del geologo nella valutazione dei rischi territoriali e ambientali" organizzato dall'Ordine dei Geologi della Puglia, Bari 28 gennaio 1995.
    38) Partecipazione alla tavola rotonda sul tema: "Ruoli e funzioni del geologo nelle diverse componenti di categoria" nell'ambito del convegno "Inquinamento del suolo e delle acque: ruolo del geologo" organizzato dall'Ordine dei Geologi delle Marche, Pesaro 21 ottobre 1994.
    39) Organizzatore, membro del Comitato Scientifico e coautore della relazione introduttive del "1° Euopean Congress on Regional Geological Cartography and Information Systems, promosso dalle Regioni: Emilia - Romagna, Baviera e Catalogna, tenutosi a Bologna dal 13 al 16 giugno 1994.
    40) Relazione "Il Progetto di Cartografia Geologica Nazionale ed il ruolo degli Enti Locali" presentata al convegno "La geologia nel quadro della pianificazione territoriale" organizzato dalla Provincia di Messina, Messina 5-6 novembre 1993.
    41) Organizzatore e relazione introduttiva "Progetto cartografia geologica 1:10.000 e 1:50.000 della Regione Emilia - Romagna" al "Secondo Seminario di Cartografia Geologica" promosso dalla Regione Emilia - Romagna, Bologna 21-23 febbraio 1990.
    42) Organizzatore e relazione introduttiva al primo seminario "Progetto Cartografia Geologica" promosso dalla Regione Emilia - Romagna, Bologna 22-23 febbraio 1985.





    TORNA