CGT per l’Abruzzo

Centro di GeoTecnologie (CGT) dell’Università di Siena - Rilevamento, misura e studio degli effetti deformativi di sito del sisma dell’Abruzzo dell’Aprile 2009
Un gruppo di geologi dell’Università di Chieti, sta svolgendo, fin dal giorno successivo al sisma Abruzzese rilevamento delle deformazioni del suolo sviluppatesi durante la scossa maggiore e tuttora in corso. Si tratta di rilievi GPS differenziale che permettono misure sub-centimetriche di spostamento assolute.
Il gruppo di ricerca dell’Università di Chieti ha sviluppato questa tecnologia in collaborazione con il Laboratorio di Geomatica del CGT per studi di deformazione superficiale nel Main Ethiopian Rift.
Il gruppo di lavoro dell'Università di Siena e dell’Università di Chieti si ricostituisce in occasione dell’emergenza terremoto con un progetto di ricerca di circa sei mesi che coinvolge ricercatori e studenti del CGT con l’obiettivo di trasferire le competenze sviluppate per la ricerca geologica pura in un lavoro finalizzato alla migliore definizione degli effetti del sisma che ha colpito l’Abruzzo.
Il lavoro è svolto con il patrocinio Servizio Geologico della Regione Toscana e con la strumentazione messa a disposizione della Soc. Leica Geosystems. Il gruppo di ricerca del CGT-Università di Siena si avvarrà per tutto il periodo dell’appoggio logistico, dei mezzi di trasporto e della collaborazione del personale della Protezione Civile della Province di Arezzo e Siena che hanno reso possibile il lavoro.

 





(Marta Caterina Bottacchi - 18:29 8-5-2009)



TORNA