Portale dei Geopaesaggi della Regione Toscana

Si è appena conclusa la prima fase di elaborazione del progetto “Portale dei Geopaesaggi della Regione Toscana” nato dall’Accordo di collaborazione scientifica tra  Regione Toscana, Consorzio LaMMa, e Centro di GeoTecnologie.

 

Sempre con maggiore attenzione si ripropone il tema della conoscenza, della conservazione e della fruizione del patrimonio, inteso nella sua valenza più ampia nella quale aspetti ambientali, naturalistici e culturali rappresentano segmenti di un sistema unitario. La Regione Toscana, con la Legge Regionale n. 56 del 6/4/2000 e in particolare con l’articolo 11, intende tutelare la diversità di particolari forme naturali del territorio, qui definite “geotopi”: forma naturale del territorio, di superficie o sotterranea costituita da particolari emergenze geologiche, geomorfologiche e pedologiche, che presenta un rilevante valore ambientale, scientifico e didattico, la cui conservazione è strategica nell’ambito del territorio regionale. 

Obiettivo generale del progetto è la creazione di un Sistema Informativo Territoriale, fruibile in rete e/o attraverso supporti multimediali (Web-GIS), che contribuisca a valorizzare il patrimonio geologico e storico/culturale della Regione Toscana, incrementando l’offerta turistica e promuovendo lo sviluppo della conoscenza della cultura del territorio regionale a livello locale, nazionale e internazionale. 

In questa prima fase l’impiego di più figure professionali (geologi, naturalisti e archeologi) ha portato all’individuazione dei principali geopaesaggi della Regione Toscana. 

Le procedure operative sono state applicate ad alcune aree test dove le caratteristiche geologiche e storico-culturali risultavano idonee allo studio in corso: Valdarno Superiore-Pratomagno e Alta Valle dell’Albegna e del Fiora. 

Il database, implementato sul contiunuum geologico realizzato dal Centro di GeoTecnologie in collaborazione con il Consorzio LAMMA, verrà utilizzato come base informativa per lo sviluppo di un PORTALE WEB  interrogabile. Il sistema realizzato sarà messo a disposizione degli utenti finali (cittadini, turisti, ricercatori) mediante la creazione di una interfaccia web (WEBGIS), pubblicabile in rete.

Navigando l’interfaccia, l’utente potrà individuare su una base cartografica interattiva l’ubicazione dei maggiori siti e paesaggi di interesse geologico e di questi potrà dinamicamente conoscere tutte le relative informazioni geologiche, archeologiche, paesaggistiche, culturali, turistiche (agriturismi, terme ecc…) e visualizzare schede fotografiche, viste panoramiche tridimensionali e video.

Il sistema, inoltre, offrirà all’utente la possibilità di scegliere e visualizzare percorsi e sentieri che meglio si adattano alle proprie “preferenze naturalistiche”, alla propria disponibilità di tempo e alle proprie capacità fisiche per raggiungere i vari luoghi d’interesse. I percorsi consigliati saranno ulteriormente suddivisi per tipologia di accesso (pedonale, ciclabile, automobilistico). Ove necessario, su richiesta dell’ente, lungo i percorsi rappresentati potranno essere indicati aree di sosta pubbliche, punti di ristoro e qualsivoglia ulteriore informazione che sia dotata di una connotazione geografica discreta.

L’estrema versatilità e interattività del sistema permetterà di stampare in autonomia la mappa dell’area che l’utente intende visitare e tutte le schede informative ad essa collegate.

Scopo ultimo del progetto è la fruibilità delle informazioni da parte di Enti Locali (Comuni, comunità Montane, Province…) o di Privati titolari di attività commerciali con legami con il turismo del territorio (Agriturismi, Caseifici, Enoteche…) che avranno l’opportunità di visualizzare sulla propria pagina web la localizzazione della propria struttura in relazione con i percorsi geologico-culturali presenti nell’area limitrofa. In questo modo sarà evidente l’utilità del servizio geologico-turstico a livello capillare in tutto il territorio toscano.

 





(Valentina Turco - 15:34 4-3-2011)



TORNA