Laboratorio di GIS e Cartografia Digitale : Descrizione

Responsabile: Dott. Altair Pirro [PhD, Laurea in Scienze Geologiche], e-mail, pirro@unisi.it

Il Laboratorio si è sviluppato a partire dalla metà degli anni Ottanta presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Siena, con l'obiettivo di svolgere ricerca nel campo dei Sistemi Informativi Territoriali (GIS – Geographic Information System), della cartografia digitale e tematica e nella diffusione delle informazioni relative al territorio attraverso la rete Internet (web mapping), successivamente si è trasferito al Centro di Geotecnologie CGT di San Giovanni Valdarno(AR).

Il Laboratorio di GIS e Cartografia Digitale applica nella progettazione e realizzazione delle banche dati geologiche e geomorfologiche i Sistemi Informativi Geografici .
Le applicazioni in cui il Laboratorio effettua le sue attività e le sue ricerche scientifiche sono:

Progettazione Banche Dati territoriali

Per progettazione di Banche Dati territoriali si intende la realizzazione di una base di dati geografica (sinonimo di base di dati spaziale), mediante la modellazione della realtà di interesse secondo modelli dati consolidati e opportuni a seconda della tematica o del fenomeno trattato, quali quello raster o vector; applicare una serie di metodi che spaziano dall’analisi dei requisiti, passando per la progettazione concettuale, la progettazione logica, fino alla progettazione fisica di una base di dati, che consentono l’analisi delle informazioni (geometriche e alfanumeriche).

 

gis layers

 

La struttura fisica della banca dati GIS realizzata, la sua organizzazione in strati informativi, le regole topologiche e le relazioni di tipo spaziale tra i dati in essa contenuti, sono progettati in modo tale da consentire un facile confronto e integrazione con le banche dati esistenti, o di prossima disponibilità, presso amministrazioni pubbliche locali e regionale, ed in particolare, con quelle collegate al Progetto CARG del Servizio Geologico Nazionale per la realizzazione della Carta Geologica d'Italia a scala 1:50000, a cui sin dalle prime fasi il Laboratorio GIS ha potuto  fornire il suo contributo,  e al Progetto di Cartografia Geologica Regionale a scala 1:10000.

Lo sviluppo e l'editazione della banca dati territoriali vengono effettuate principalmente attraverso l'utilizzo del software ESRI ArcGIS/ArcInfo, ma anche mediante l'utilizzo di software Open Source quale PostgreSQL/PostGIS come DBMS spaziale, e QunatumGIS come applicativo per la visualizzazione ed editazione dei dati. 

 
 
GIS per la gestione dei dati Geologici

 

L’acquisizione e la gestione tramite GIS dei dati Geologici riguarda l’analisi in dettaglio di tutte le entità presenti nell’Originale di Autore. Questo è costituito dal tradizionale supporto cartografico cartaceo che, successivamente alla sua resa in formato digitale raster tramite scansione con scanner ottico, viene georeferenziato, ovvero posizionato nella sua reale posizione sul terreno in relazione a un dato sistema di riferimento cartografico o geografico. I dati oggettivi realmente osservati e misurati in campagna, come le misure degli strati, il limite delle aree di affioramento, i contatti geologici certi, gli elementi lineari geomorfologici, il limite dei Depositi del Quaternario,

 

vengono implementati e inseriti in una banca dati territoriale, attraverso i metodi e gli strumenti software specifici dei Sistemi Informativi Territoriali, vettorializzando a monitor tramite mouse tutti gli elementi di interesse succitati presenti nella base geologica raster.

GIS per la gestione dei dati Geotematici

Nell’ambiente GIS vengono utilizzati anche i dati Geotematici per la realizzazione di carte. Una carta geotematica è un elaborato grafico che riporta, sopra una carta topografica ad una determinata scala, tutti gli elementi utili per rappresentare in maniera esaustiva il tema di interesse, che varierà a seconda degli scopi cui la carta è destinata.

 

 

 

 

La realizzazione delle banche prevede quindi anche lo sviluppo di un sistema di gestione dei dati geotematici, come per esempio metadati riguardanti carte del sottosuolo in particolre .
La gestione di queste dati permetteranno di analizzare le potenziali interazioni dannose per le risorse sfruttate.

 

 

 

 

 

 

 

 

Data Base Topografici

Il superamento dei principi della Cartografia Numerica porta ora a progettare e realizzare Data Base Topografici organizzati in logica di Sistemi Informativi con dati provenienti sia dalla riconversione di Cartografia Numerica sia da fotogrammetria.

 

La normativa tecnica elaborata dal gruppo di lavoro nazionale “Data Base Topografici d’interesse generale”operante nel contesto dell’Intesa Stato Regione ed Enti Locali (IntesaGIS) ha recepito ed applicato appieno gli standard elaborati dall’ISO/TC 211 ed oggi rappresenta un riferimento importante per il progetto dei GEO Data Base a varia risoluzione, essendo inoltre un elemento fondamentale nella direttiva INSPIRE.

 

Rappresentazioni Cartografiche per la pubblicazione editoriale

Uno degli aspetti fondamentali della cartografia riguarda ovviamente la rappresentazione dei dati territoriali, mediante assunzioni simboliche che possano enfatizzare le caratteristiche del tematismo considerato. Per pubblicazione editoriale si intende un allestimento cartografico di estremo dettaglio ai fini della distribuzione via stampa . E’ la rappresentazione dei risultati dall’analisi dei dati mediante la visualizzazione in Mappe, efficaci per comunicare informazioni geografiche attraverso simbologie e colori specifici, secondo le esigenze di rappresentazione.

 

 

L’allestimento delle carte tematiche è una procedura realizzata in fase preliminare  in ambiente GIS, mediante la creazione di file *.lyr (ESRI), come anche di *.qml (QGIS), *.sld (Spatial Layer Descriptor) e *.svg (Scalable Vector Graphic), e di uno stile per la vestizione di dati territoriali puntuali, lineari e poligonali mentre la vestizione di alcuni elementi può essere automatizzata mediante Representation.

L’allestimento finale ,invece, avviene in  ambiente editoriale che ha consentito di definire procedure per il trasferimento di dati digitali dalle banche dati GIS, permettendo la realizzazione di documenti digitali utili alla stampa tipografica.

 

  

Rappresentazione Cartografiche per la pubblicazione sul web

Le rappresentazioni cartografiche per pubblicazioni  web riguardano oggigiorno  un obiettivo primario nella diffusione dell’informazione geografica in genere, in quanto essendo oramai la rete internet di grande diffusione e di facile accesso, presentano il vantaggio di una immediata visualizzazione dei risultati di tutto il processo di acquisizione dei dati territoriali.

 webGIS Service

Il loro continuo aggiornamento permette l’immediata visualizzazione dell’analisi dei dati e facilita l’interazione con l’utente attraverso internet, con la cartografia e con i dati ad essa associati. 

Configurazione Architetture GIS Enterprise

Architetture di Database geografici condivisi mediante rete LAN, attraverso l’utilizzo di DBMS installati su server a cui accedono più utenti (client GIS) contemporaneamente sia in lettura che in scrittura ,finalizzate all'ottimizzazione del processo produttivo nell'ambito della realizzazione,   aggiornamento e pubblicazione di grandi dataset territoriali in continuità spaziale.