Incubatore di Imprese di Cavriglia

Con il Patto di Sviluppo Locale sottoscritto nel 2004 dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Arezzo nasce il Progetto per la Creazione dell'Incubatore di Imprese di Cavriglia.
Il progetto prevede la costruzione di un immobile di circa 2.000 mq, localizzato nell'Area Industriale di Bomba mirato allo sviluppo economico, occupazionale e sociale nel territorio del Valdarno attraverso il sostegno alla nascita di  imprese innovative, per questo scopo l'incubatore, oltre che  infrastruttura logistica, vuole essere un catalizzatore di servizi ed attività.

Il progetto dell'Incubatore di impresa di Cavriglia prevede 8 capannoni industriali e un  Centro Servizi per supportare le imprese attivando competenze e risorse professionali in relazione agli specifici fabbisogni, attualmente sono ultimati quattro degli otto capannoni industriali e parte del Centro Servizi.

Il CGT ha aderito pienamente a questa iniziativa che costituisce una grande opportunità per gli studenti dei master ed i dottorati del CGT che intendano concretizzare in impresa le loro idee e progetti. 

Nel 2011 il CGT è divenuto il principale partner del Comune di Cavriglia per la realizzazione e animazione del Centro Servizi - Incubatore di imprese di Cavriglia (CSII).

I quattro moduli manufatturieri che sono stati ultimati per un totale di 800 metri quadri sono stati allestiti come laboratori per la caratterizzazione dei materiali e assegnati in uso al CGT ed al CGT Spin Off per lo svolgimento delle attività di prova, ricerca e formazione specialistica sui terre, rocce , materiali naturali da costruzione e pietre ornamentali. Altri quattro moduli sono in costruzione, se ne prevede l’apertura entro il 2013.
Questa attività prende le mosse dalla convenzione del 2009 tra il Comune di Cavriglia e l’Università di Siena avente per oggetto la collaborazione congiunta nella:

  • realizzazione di iniziative imprenditoriali da spin off universitari;
  • diffusione del know-how tecnologico sviluppato dai centri di ricerca e formazione universitari verso le imprese del territorio, in particolare quelle dell’area industriale e quelle incubate;
  • partecipazione a progetti di ricerca e sviluppo di ampiezza nazionale ed europea.

Nel corso del 2011 il CSII affianca alla vocazione territoriale quella decisamente più specialistica e di settore: sulla base della Convenzione Quadro con l’Università di Siena e dei successivi atti aggiuntivi, gli spazi ultimati vengono assegnati in uso al Centro di GeoTecnologie di San Giovanni Valdarno che si impegna a svolgere attività di formazione e trasferimento tecnologico nel settore geotecnico e dei materiali naturali da costruzione.

Parallelamente il “CGT SpinOff Group”, costituito nel 2010 da un team di ricercatori e studenti del CGT, accede ai servizi di incubazione.  Il CGT SpinOff Group è articolato in un settore per la consulenza e la progettazione nel campo della Geologia applicata e delle Geotecnologie: il CGT Service, un settore per la formazione professionale: il CGT Professional, un settore che opera nel settore delle tecnologie nucleari con alla collaborazione di ricercatori INFN: CGT Nuclear che hanno sede nel Centro direzionale dell'Incubatore e un settore dedicato a  laboratori di  prove per materiali per edilizia, strade, pietre ornamentali e Geofisica: il CGT Test, che opera nei capannoni industriali dell'Incubatore.

Nel giugno del 2011 in virtù anche del collegamento con il CGT in qualità di ente di ricerca e promotore del trasferimento tecnologico scientifico, il CSII ha ottenuto l’accreditamento nella Rete degli Incubatori della Regione Toscana ottenendo quindi il riconoscimento come uno dei poli d’innovazione della Regione.

In futuro il CSII intende caratterizzarsi come centro d’eccellenza e di attrazione d’investimenti in ambito geo-tecnologico, diventando un punto di riferimento per quanto riguarda le attività di formazione  nel settore delle geo-tecnologie, per la richiesta di servizi di analisi, consulenza e progettazione e per l’insediamento di nuove iniziative imprenditoriali del settore. La prima azione di grande rilevanza in questa direzione è la costituzione presso il Centro servizi - Incubatore di Imprese di Cavrigla del Polo Tecnologico della Regione Toscana “Pietre Toscane”.