2006

 
Nel 2006 il CGT compie un ulteriore balzo in avanti, sono attivati nuovi percorsi formativi: sei Corsi di perfezionamento, tre Summer School, un Corso di aggiornamento professionale e nuove certificazioni europee (ECDL specialized CAD).

Nell'a.a. 2005-2006 si ha la consolidazione del Corso di Laurea in Geotecnologie che supera i 130 iscritti, questo numero è ritenuto ottimale per le potenzialità del Campus e compatibile con le altre attività formative. Il cambiamento più significativo nel campo della formazione è costituito dalla fine dei Moduli Professionalizzanti Regionali, che avevano dato un  numero significativo di studenti fino dal 2002. Questa attività formativa è stata compensata da un incremento della formazione post laurea che vede un aumento delle iscrizioni ai master e l'attivazione di Corsi di perfezionamento e Summer School per un totale di oltre 100 studenti che segnano l'ingresso deciso del CGT nel campo della formazione post - laurea. Parallelamente si continua a lavorare anche alla formazione continua: sono tenute due Giornate di Studio, numerosi Incontri tecnici e 19 Corsi brevi per la formazione continua dei professionisti geologi. Per questa ultima attività la Fondazione Masaccio, con la collaborazione del CGT, istituisce la "Scuola Internazionale di Aggiornamento Permanente sui temi Ambientali e Territoriali (S.I.A.P.A.T.)" specificatamente dedicata alla formazione continua che vede la partecipazione di docenti di varie università, professionisti, funzionari di importanti società ed enti che arricchiscono la didattica del CGT con l’esperienza del mondo del lavoro.

Il 2006, oltre che il consolidamento delle attività formative istituzionali, segna il definitivo ingresso del Centro nella formazione post laurea e nella formazione professionale e nella formazione continua che rappresentare in prospettiva un campo di sviluppo di grande interesse per il Centro.

L’offerta formativa del CGT globalmente arriva a 63 insegnamenti che sono impartiti da 56 docenti.

Il CGT ottiene la Certificazione di qualità ISO 9001:2000. In questo ambito ristruttura la sua organizzazione e applica ai suoi progetti di ricerca e di consulenza un sistema di contabilità analitica con un SW appositamente progettato: il "Project", con cui sono monitorati i risultati economici di tutti i progetti del Centro.

Il Centro amplia ulteriormente la sua attività di ricerca e consulenza con l'istituzione di un nuovo laboratorio, il Laboratorio di Geotecnologie per l’archeologia che prende l'avvio dal Master in GeoTecnologie per l’archeologia che è al suo secondo anno di attività.

E’ istituita una sezione del Centro in una scuola di dottorato dell’Università di Ferrara: Sezione Tecnologia per i beni culturali - Dottorato consorziato in Scienza e Tecnologie per l'Archeologia e i Beni culturali, Università di Ferrara.

Il Centro di Documentazione si arricchisce dell’Archivio Pozzi Idrocarburi e dell’Archivio Geologico - Mineralogico della Regione Toscana.

Alcuni laboratori come quello di Geofisica e di Geotecnica sono potenziati e incrementano la loro attività di ricerca, di consulenza e di attività conto terzi.

Le attività all’estero assumono una certa rilevanza : 

  • Progetto UE – “Interactive Museum for the Archaeological Park of the Early Palaeolithic site of Melka Kunture” (Etiopia); 
  • Progetto MURST – “Attività di ricerca sul bordo orientale della regione dei laghi” (Etiopia);
  • Progetto integrato di cooperazione con la Provincia di Siena - "Risorse idriche e la regione di Ziguinchor (Senegal)"; 
  • Progetto FAO – “Integrated management of lagoon activities imola” (Vietnam)".

Nel 2006 il personale del CGT cresce ancora fino ad arrivare a  62 persone, le pubblicazioni sono 22.

 

tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7tip7