Advanced numerical modeling of flow and trasport in soils and aquifer

Il corso in linqua inglese, svolto nell'Aprile del 2008, era rivolto a dottorandi, ricercatori e professionisti italiani e stranieri con una conoscenza di base della modellazione numerica il cui scopo è quello di approfondire la conoscenza delle acque sotterranee e dei modelli di trasporto dei soluti con il metodo degli elementi finiti. Esercitazioni in classe verranno svolte utilizzando il codice FEFLOW e codici di pubblico dominio.La gestione delle risorse idriche e la valutazione dell'impatto umano sulle acque sotterranee sono oggi attualmente stimati utilizzando modelli numerici. Il trasporto dei contaminanti nei sistemi idrogeologici richiede previsioni affidabili per prevenire la contaminazione delle acque sotterranee e di definire strategie di bonifica.

Infatti, i metodi di soluzione analitica hanno limitata capacità di prevedere i modelli complessi di dispersione, dove la geometria e le proprietà idrodinamiche del mezzo mostrano una vasta gamma di variabilità.

In questo, i modelli numerici sono più flessibili rispetto ai metodi analitici, al fine di risolvere problemi complessi, ma possono portare a risultati non realistici se applicati in modo semplicistico.

 L'obiettivo principale è stato quello di fornire agli studenti  una metodologia rigorosa nell'applicazione delle acque sotterranee e modelli di trasporto dei soluti attraverso lezioni frontali, esercitazioni in classe, e dimostrazioni caso di studio.

Il metodo degli elementi finiti è stato introdotto mediante lezioni teoriche con l'utilizzo del solutore lineare e non lineare per risolvere i problemi saturi e insaturi, in mezzi porosi e fratturati, e nel flusso di densità di carico.

Obiettivo del corso è stato anche quello di mostrare ai partecipanti molti aspetti di simulazioni e applicazioni che non sono adeguatamente descritti nei libri o guide in linea, e derivano dalla esperienza pratica.
Quindi, casi di studio sono stati presentati al fine di mostrare e discutere i vantaggi e gli svantaggi dell'applicazione del metodo degli elementi finiti, sia in termini quantitativi che qualitativi.