Obiettivi

Il CGT mira alla qualità e alla finalizzazione della ricerca scientifica e della formazione e alla collaborazione con la realtà economica, le imprese e con le associazioni nazionali e internazionali che mirano alla tutela dell'ambiente e a uno sviluppo sostenibile.

Il CGT vuole dare una risposta alla crescente domanda di ricerca e formazione sia per la gestione del territorio che per la soluzione di problematiche ambientali attraverso l'applicazione:

Il CGT ritiene che le ricerche applicate, finalizzate e di sviluppo, che sono la maggiore missione del Centro, siano un terreno obbligato di collaborazione con il mondo delle imprese e delle professioni e che le esigenze del mondo produttivo aiutino il Centro a sviluppare ricerche sempre nuove e all'avanguardia. In questo contesto:

Il CGT intende orientare la propria attività di ricerca e di formazione agli obiettivi della Missione dell’UNESCO avvalendosi in questo dell’l’Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO istituito presso il Centro di GeoTecnologie in forza dell'Accordo Quadro stipulato nel 2011 tra la Federazione Italiana Club e Centri UNESCO (FICLU) e l’Università degli Studi di Siena.

Il CGT, a partire da questo quadro di riferimento, vuole:

  • orientare le proprie ricerche verso qualità e innovazione, sviluppando, attraverso il trasferimento tecnologico, un rapporto profondo con il mondo del lavoro, e verso tutela dell'ambiente, corretta gestione delle risorse e sviluppo sostenibile

  • rapportarsi alle esigenze del mondo professionale, imprenditoriale e della pubblica amministrazione, ritenendo sia questo il modo più efficace per garantire che la sua formazione e la sua ricerca siano sempre innovative e all'avanguardia

  • essere una struttura di continuo confronto tra la ricerca scientifica universitaria e le tendenze delle professioni, le esigenze degli enti pubblici e delle imprese in modo da realizzare una maggiore definizione degli scopi della ricerca e conferire una formazione che risponda al mercato del lavoro

  • sviluppare un’interazione stabile tra l'offerta didattica tradizionale post-laurea (Dottorato, Master) e quella professionale (Professional Course, Short Course, Giornate di Studio), coniugando innovazione tecnologica, ricerca scientifica e richiesta professionale.