Credito di Imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo

E’ una importante agevolazione fiscale destinata alle imprese che stipulano con enti di ricerca contratti per attività di ricerca di base, ricerca applicata e ricerca di sviluppo.

Con decreto MEF in data 27 maggio 2015, pubblicato in G.U. in data 29 luglio, sono state infatti definite le disposizioni applicative necessarie per poter dare attuazione al credito d'imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo di cui all'art. 3 del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145, così come sostituito dall'art. 1, comma 35, della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

Trattasi di credito d'imposta che spetta, fino ad un importo massimo annuale di euro 5 milioni per ciascun beneficiario a condizione che la spesa complessiva per investimenti in attività di ricerca e sviluppo effettuata in ciascun periodo d'imposta in relazione al quale si intende fruire dell'agevolazione ammonti almeno ad euro 30.000 ed ecceda la media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d'imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015.

 

 

 

 

Il credito d'imposta è riconosciuto nella misura del 50% della spesa incrementale relativa ai costi di personale altamente qualificato ed ai contratti di ricerca con università (lettere a) e c) del comma 1 dell'art. 4 del DM,) e del 25% della spesa incrementale relativa agli altri costi ammessi (lettere b) e d) del medesimo comma 1 dell'art. 4).


Le attività ammissibili al credito d'imposta sono:

lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l'acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili;

ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti ovvero la creazione di componenti di sistemi complessi, necessaria per la ricerca industriale;

acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati;

roduzione e collaudo di prodotti, processi e servizi.

 

Per maggiori informazioni clicca sulle due figure della pagina e/o contatta via mail o per telefono  il Coordinamento delle Attività di Ricerca - Consulenza