NomeGiulio
CognomeBigliardi
Emailbigliardi2@unisi.it
Telefono Ufficio0559119445
Membership
Membro del Consiglio Esecutivo dell’Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO.

Lingue Conosciute
Inglese livello scolastico
Francese livello scolastico
Tedesco livello principiante


Conoscenze Informatiche
-Open Source
Sistemi operativi: Debian-ArcheOS
GIS: QuantumGIS
Fotogrammetria: e-photo
Rilievo 3D: Python Photogrammetry Toolbox (Bunlder, CMVS/PMVS2)
Modellazione 3D: MeshLab, CloudCompare, Blender
Grafica vettoriale: Inkscape
Gestione ed elaborazione di testi e dati: Open Office
Gestione ed elaborazione di immagini: Gimp
Programmazione: conoscenze di base di HTML
Creazione siti web ed e-learning: Drupal, WordPress, Moodle

-Closed Source
Sistemi operativi: Macintosh; Windows
GIS: Esri ArcGis 9.3
Telerilevamento, fotogrammetria: Leica Erdas Imagine 8.6, Leica Photogrammetry Suite
Rilievo 3D: Agisoft Photoscan
Grafica vettoriale: Adobe Illustrator
Gestione ed elaborazione di testi e dati: Microsoft Office (Power Point, Word, Excel), Microsoft Access, Adobe Acrobat, Page,
Gestione ed elaborazione di immagini: Adobe Photoshop
Programmazione: conoscenze di base di C e Objective-C, Apple iOS SDK

-Strumentazioni: Georadar, GPS, stazione totale.

Titoli di Studio e Corsi di Specializzazione
2013 – Maggio, short Course (64 ore) "Modellazione 3D per i Beni Culturali con Blender" (docente: dr. E. Demetrescu), insegnamento nell’ambito del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali – Open Téchne, presso Istituto di Formazione e Ricerca della federazione Italiana Club e Centri UNESCO

2013 – Febbraio, short course (48 ore) "Rilievo fotogrammetrico 3D per i Beni Culturali con software Open Source" (docente: dr. A. Bezzi), insegnamento nell’ambito del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali – Open Téchne, presso Istituto di Formazione e Ricerca della federazione Italiana Club e Centri UNESCO

2013 – Febbraio, short course (48 ore) "Rilievo fotogrammetrico 2D per i Beni Culturali con software Open Source" (docente: dr. L. Bezzi), insegnamento nell’ambito del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali – Open Téchne, presso Istituto di Formazione e Ricerca della federazione Italiana Club e Centri UNESCO

2011 - Settembre, short course (24 ore) "Metodo d’indagine con radar per la valutazione degli elementi strutturali e architettonici" (docente: ing. L. Capineri) presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.

2010 - Luglio, short course (48 ore) "Sviluppo aplicazioni per iPhone e iPad" (docente: F. Cecchini) presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.

2006/2010 - Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra – Preistoria, Sezione di GeoTecnologie, XXII ciclo, presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.
Titolo del progetto: Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma; tutor: prof. L. Carmignani – dr. L. Malnati

2010 - 18-20 novembre, short course (24 ore) "Legislazione dei Beni Culturali e Valutazione del Rischio Archeologico" (docente: dr. D. Locatelli) presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.

2008 - 7-11 aprile, "Incontro tecnico di WebGis Open Source" (docente: dr. M. Latini) presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.

2007 - Novembre, "Corso di perfezionamento in archeologia preventiva e valutazione del rischio archeologico" (24 ore) (docente: dr. L. Malnati) presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena.

2006 - Diploma di Master Universitario di II livello in "Geotecnologie per l'archeologia" presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena

2003 - Laurea in Conservazione dei Beni Culturali, Indirizzo Beni Archeologici presso l'Università degli Studi di Parma con la votazione di 109/110 e una tesi dal titolo "Le fortificazioni romane d’altura nella Gallia Cisalpina centro-orientale", relatore: prof.ssa S. Santoro Bianchi, correlatore: prof. G. Bottazzi

1998 - Diploma di maturità scientifica presso il Liceo scientifico statale “Rinaldo Corso” di Correggio (RE)

Qualifica
Assegnista di ricerca presso il Laboratorio di GeoTecnologie per l'Archeologia



Curriculum Accademico
dal 2013 - Coordinatore scientifico del Master in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali (Open Téchne), organizzato dall'Istituto di Formazione della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO in collaborazione con il Centro di GeoTecnologie

2014 - 13 gen.
"Introduzione ai Sistemi Informativi Geografici per i Beni Culturali", insegnamento tenuto nell’ambito del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali – Open Téchne, presso Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO

2013 – 11-12 feb.
"Esercitazioni pratiche sull’uso di stazione totale e GPS", insegnamento tenuto nell’ambito del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali – Open Téchne, presso Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO

2010 - 27 novembre, seminario dal titolo "Il mestiere dell'archeologo", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Topografia Antica”, prof.ssa A. Morigi

2010 - 26 novembre, seminario dal titolo "Sistema Informativo Territoriale Archeologico e Carta della Potenzialità Archeologica del Comune di Parma", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Topografia Antica”, prof.ssa A. Morigi

2010 - 25 novembre, seminario dal titolo "Il GIS come strumento di gestione ed elaborazione del dato archeologico", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Topografia Antica”, prof.ssa A. Morigi

2009 - 3 dicembre, seminario dal titolo "Sistema Informativo Territoriale Archeologico e Carta della Potenzialità Archeologica del Comune di Parma", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Metodologia della ricerca archeologica”, prof.ssa A. Morigi

2009 - 19 novembre, seminario dal titolo "Il GIS come strumento di gestione ed elaborazione del dato archeologico", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Metodologia della ricerca archeologica”, prof.ssa A. Morigi

2009 - 20-21 ottobre, seminario dal titolo "Il mestiere dell’archeologo", tenuto presso l’Università di Parma nell’ambito del corso di “Metodologia della ricerca archeologica”, prof.ssa A. Morigi, 20-21 ottobre 2009

2007 – 20 Novembre, Lezione dal titolo “Il Sistema Informativo Territoriale a finalità archeologica del Comune di Parma” nel contesto del "Corso di perfezionamento in archeologia preventiva e valutazione del rischio archeologico" presso il Centro di GeoTecnologie dell’Università degli Sudi di Siena.

2007 – 19 Settembre, Lezione dal titolo “Il Sistema Informativo Territoriale a finalità archeologica del Comune di Parma” nel contesto dell'insegnamento di Topografia Antica (prof.ssa A. Morigi) presso il Dipartimento di Storia dell'Università degli Studi di Parma

2007 – 16 Maggio, Lezione dal titolo “Il Sistema Informativo Territoriale a finalità archeologica del Comune di Parma” presso il Dipartimento di Archeologia dell'Università degli Studi di Padova.

2003 - 5 dicembre, intervento dal titolo "L’insediamento fortificato d’altura nel Caput Adriae: dati distributivi e problemi di continuità cronologica" nel contesto del convegno internazionale "I Borghi d’altura nel Caput Adriae: il perdurare degli insediamenti dall’età del ferro al medioevo", Trieste 5-6 dicembre 2003

Curriculum Professionale
2012 - da novembre, assegno di ricerca dell'Università degli Studi di Siena per attività presso il Centro di Geotecnologie sul seguente tema: “ArcheoWeb. Carte della potenzialità archeologica: un portale web per gli addetti ai lavori”

2011.apr - 2012 ott., borsa post-Dottorato dell'Università degli Studi di Siena per attività presso il Laboratorio di Geotecnologie per l'Archeologia del Centro di GeoTecnologie.

2010 maggio/marzo 2011, borsa post-Laurea presso il Centro di GeoTecnologie dell'Università di Siena per attività presso il Centro di calcolo, il Centro di Documentazione e il Laboratorio di Geotecnologie per l'Archeologia.

2009 – novembre-dicembre, collaborazione in attività di scavo archeologico con Cooperativa Archeologia, Firenze

2009 – febbraio-ottobre, collaborazione in attività di scavo archeologico con GEA S.r.l. Ricerca e Documentazione Archeologica, Parma

2008 – luglio-settembre, collaborazione in attività di scavo archeologico con Abacus s.r.l., Parma

Maggio 2007-giugno 2008 contratto di collaborazione con il Comune di Parma - Assessorato ai Lavori Pubblici per la creazione di un Sistema Informativo Territoriale a finalità archeologica per il comune di Parma, della Carta Archeologica e della Carta della Potenzialità Archeologica

2006 dicembre - 2008 maggio, collaborazione in attività di scavo archeologico con GEA S.r.l. Ricerca e Documentazione Archeologica, Parma

2003 novembre - 2005 settembre, collaborazione in attività di scavo archeologico con GEA S.r.l. Ricerca e Documentazione Archeologica, Parma

2004 luglio; 2005 luglio - Contratto di collaborazione in qualità di direttore tecnico di scavo, relativamente alla X e alla XI campagna di scavo archeologico di Castelraimondo, scavo ad opera dell'Università degli Studi di Parma

2004 maggio, Contratto di collaborazione per imputazione dati informatici in banche dati archeologiche presso il Dipartimento Beni Culturali e dello Spettacolo dell'Università degli Studi di Parma


Campagne di scavo archeologico

- DIREZIONE SCIENTIFICA

2012 - 14 gen./25 feb.
Adulis, Eritrea
Città di età axumita (I-VII sec. d.C.)
Scavo archeologico ad opera del Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena, del CeRDO (Centro di Ricerche sul Deserto Orientale) e del Museo Nazionale Eritreo.
Ruolo di co-direttore scientifico e tecnico dello scavo

2011 - 28 feb./6 mar.
Adulis, Eritrea
Città di età axumita (I-VII sec. d.C.)
Scavo archeologico ad opera del Centro di GeoTecnologie dell'Università degli Studi di Siena, del CeRDO (Centro di Ricerche sul Deserto Orientale), del Museo Civico di Rovereto e del Museo Nazionale Eritreo.
Ruolo di co-direttore scientifico e tecnico dello scavo


- DIREZIONE TECNICA

2013 – da lug.
Greve in Chianti, loc. Montefioralle
Fornace di età romana
Scavo archeologico condotto per conto del Gruppo San Michele sotto la direzione scientifica di dr.ssa L. Alderighi (Soprintendenza Archeologica della Toscana)

2009 – giu.
Parma, B.go Jan; P.le C. A. Dalla Chiesa; Str. Baganzola
Sondaggi archeologici preventivi
sotto la direzione scientifica della dr.ssa A. R. Marchi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)
Ruolo di direttore tecnico dello scavo

2009 - feb./giu.
Parma, loc. San Pancrazio
Fornaci etrusche
Scavo archeologico condotto da Gea S.r.l. sotto la direzione scientifica del dr. L. Malnati e della dr.ssa A. R. Marchi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)
Ruolo di direttore tecnico dello scavo

2007 - gen./nov.
Parma, Str. Cremonese
Villa rustica di Età Romana imperiale
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica del dott. L. Malnati e della dr.ssa A. R. Marchi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)
Ruolo di direttore tecnico dello scavo

2005 - 17 lug./05 ago.
Castelraimondo, Forgaria del Friuli (UD)
XI campagna di scavo: insediamento pluristratificato d'altura
occupato in diverse fasi tra IV sec. a.C. e X sec. d.C.
Scavo archeologico dell’Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro
Ruolo di direttore tecnico dello scavo

2004 - 15 lug./08 ago.
Castelraimondo, Forgaria del Friuli (UD)
X campagna di scavo: insediamento pluristratificato d'altura occupato in diverse fasi tra IV sec. a.C. e X sec. d.C.
Scavo archeologico dell’Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro
(http://www.fastionline.org/micro_view.php?fst_cd=AIAC_659&curcol=sea_cd-AIAC_541)
Ruolo di direttore tecnico dello scavo


- RESPONSABILITÀ DI SETTORE

2008 - mar./giu.
Parma, loc. Benefizio
Insediamento dell'Età Rame.
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Bernabò Brea (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)
Ruolo di responsabile del microrilevo e fotopiano di scavo

2004 - 31 mag./20 giu.
Pompei, Insula del Centenario
Sondaggi archeologici dell'Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro
Ruolo di responsabile di settore

2003 - 21 lug./01 ago.
Castelraimondo, Forgaria del Friuli (UD)
X campagna di scavo: insediamento pluristratificato d'altura occupato in diverse fasi tra IV sec. a.C. e X sec. d.C.
Scavo archeologico dell’Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro
Ruolo di responsabile di settore

2002 - 21 lug./11 ago.
Castelraimondo, Forgaria del Friuli (UD)
IX campagna di scavo: insediamento pluristratificato d'altura occupato in diverse fasi tra IV sec. a.C. e X sec. d.C.
Scavo archeologico dell’Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro
Ruolo di responsabile di settore


- ALTRI SCAVI

2012 – ott.
Levane, Arezzo
Strutture di età romana e medievale
Scavo archeologico condotto da CGT Spinoff sotto la direzione scientifica di dr.ssa M. Turchetti (Soprintendenza Archeologica della Toscana)

2012 – lug./ago.
Scandicci, Firenze
Assistenza archeologica di cantiere
Scavo archeologico condotto da CGT Spinoff sotto la direzione scientifica di dr.ssa M. Turchetti (Soprintendenza Archeologica della Toscana)

2009 - 24 nov./30 dic.
Modena, Parco Novi Sad
Strutture di età Rinascimentale, Medievale, Romana e di età del Ferro
Scavo archeologico condotto da Cooperativa Archeologia sotto la direzione scientifica di dr. D. Labate e dr. L. Malnati (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2009 - 15 ott./30 ott.
Parma, loc. Bagaznola
Strutture di età Rinascimentale
Scavo archeologico condotto da Gea S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Catarsi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2009 - 22 giu./10 ott. 20
Parma, loc. Vicofertile
Tumulo e necropoli dell’Età del Bronzo Medio/Recente
Scavo archeologico condotto da Gea S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Bernabò Brea (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)
2008 - lug./set.
Parma, loc. Botteghino di Marano
Acquedotto romano; necropoli tardo-antica; abitato medievale
Scavo archeologico condotto da Abacus S.r.l. sotto la direzione scientifica delle dr.sse M. Bernabò Brea e M. Catarsi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2006 – dic.
Parma, Piazza Ghiaia
Sondaggio archeologico preventivo
condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa A. R. Marchi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2005 - ago./ott.
Correggio (RE), loc. Fosdondo
Villa rustica di Età Romana (I-V d.C.)
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa R. Curina (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2005 – apr./lug.
Parma, Via Traversetolo
Necropoli romana (sepolture a cremazione diretta e indiretta) del I sec. d.C.; necropoli del VI sec. d.C.
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica del dr. L. Malnati (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2005 – mar.
Parma, Via Zarotto e adiacenti
Assistenza archeologica per conto di GEA s.r.l. in scavo urbano per interramento di servizi

2005 – gen./mar.
Pellegrino Parmense (PR), Santuario di Careno
Sepolture XIV-XV sec. d.C.
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Catarsi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2004 – set.-dic.
Tangenziale nord di Parma, loc. Fraore
Villa di Età Romana e sito dell'Età del Ferro
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Catarsi (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2004 - feb./apr. 2004
Tangenziale est di Parma, loc. Benefizio
Abitato dell'Età Rame ed abitato Neolitico
Scavo archeologico condotto da GEA S.r.l. sotto la direzione scientifica della dr.ssa M. Bernabò Brea (Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna)

2003 nov. – 2004 feb.
Alberi di Vigatto (PR); S. Prospero (PR); Ravadese (PR)
Assistenza archeologica per conto di GEA S.r.l. in scavo urbano per interramento di servizi

2001 - 9 lug./28 lug.
Castelraimondo, Forgaria del Friuli (UD)
VIII campagna di scavo: insediamento pluristratificato d'altura occupato in diverse fasi tra IV sec. a.C. e X sec. d.C.
Scavo archeologico dell’Università degli Studi di Parma sotto la direzione scientifica della prof.ssa S. Santoro

2000 – lug.
Rividischia, Codroipo (UD)
Castellaro dell’Età del Bronzo finale
Scavo archeologico dei Civici Musei di Udine condotto dalla Società Archeologica Friulana sotto la direzione scientifica del prof. M. Buora (Civici Musei di Udine)
(http://www.fastionline.org/micro_view.php?fst_cd=AIAC_147&curcol=sea_cd-AIAC_595)


Campagne di prospezione geofisica

2011 - sett.
Marocco, Lixus (Larache)
Partecipazione alla campagna di indagini geofisiche mediante Georadar e Ohmapper nel sito di Lixus (Larache - Marocco)


Valutazioni di archeologia preventiva

2012 – set.
Studio archeologico preventivo alla realizzazione di un fabbricato privato di tipo commerciale in provincia di Perugia, nel comune di Corciano presso l’ex Cooperativa Meccanica e in località Collestrada nella struttura del Centro Commerciale.

2011 – nov.
Studio archeologico di valutazione dell’impatto degli interventi di realizzazione della nuova viabilità di accesso al polo industriale posto in Cavriglia Loc. Bomba – 2° lotto in località Porcellino, Comune di Figline Valdarno (AR)

2011 - ago.
Studio archeologico preventivo alla realizzazione di un fabbricato privato di tipo commerciale nelle località Pisa-Navicelli, Cascina, Livorno-Via di Levante e Collesalvetti.

Principali Attività Svolte
Progetti

2014, in corso
"3D Archeolab"
Il progetto 3D Archeolab nasce da un nuovo modo di concepire la gestione e la valorizzazione dei Beni Culturali, attraverso innovative forme di divulgazione e di accessibilità e applicando tecnologie open source e low-cost.
Le attività del progetto avranno sede a Perugia e saranno incentrate sulle collezioni del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria. Prima di tutto saranno realizzati rilievi e modelli 3D di una selezione di reperti archeologici che, nell’insieme, costituiranno un quadro rappresentativo delle principali fasi storiche del territorio.
I modelli 3D così creati saranno inseriti in una banca dati 3D che sarà fruibile online attraverso un normale browser. Questa banca dati potrà nel tempo ospitare anche modelli 3D realizzati da altri musei, in modo da creare un museo virtuale in grado di riunire in un unico luogo collezioni differenti. I modelli digitali saranno il punto di partenza per realizzare riproduzioni dei reperti originali attraverso la tecnologia della stampa 3D. Queste riproduzioni verranno utilizzate per creare nuove attività didattiche gratuite per le scuole e per allestire nel Museo un originale percorso tattile di visita per non vedenti.

2013, in corso
"Progetto Veleia"
Veleia è dallo scorso anno oggetto di un accordo di collaborazione scientifica siglato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, dall’Università degli Studi di Siena e dall’Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO. Tale accordo è volto alla definizione e all’attuazione di un programma di ricerca che ne valorizzi l’importanza storico-archeologica, rendendola un polo culturale di attrazione.
Il primo obiettivo di questo progetto è la ricostruzione tridimensionale della città e dell’elaborazione di sistemi avanzati di visualizzazione e fruizione dei modelli tridimensionali (tesi di laura magistrale: dr. Luca De Felice) .

2012, in corso
"ArcheoWeb. Carte della potenzialità archeologica: un portale web per gli addetti ai lavori"
L’obiettivo principale del progetto è di sviluppare un Sistema Informativo Territoriale (SIT) nel quale saranno progressivamente inseriti i rinvenimenti archeologici noti nel territorio regionale toscano. Il primo risultato sarà rappresentato da una Carta Archeologica, che avrà lo scopo di definire una metodologia omogenea che potrà successivamente essere applicata all’intero territorio regionale. Successivamente, i dati della Carta Archeologica verranno incrociati con particolari tematismi della Carta Geologica Unitaria della Toscana, recentemente elaborata dal Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena, al fine di elaborare una Carta delle Potenzialità Archeologiche del territorio. Il SIT così creato e le rispettive cartografie tematiche, verranno pubblicati on-line in forma di webGIS, in modo da rendere i dati facilmente consultabili. Lo sviluppo del SIT e del webGIS sarà basato sull’uso di software esclusivamente Open Source. Quando possibile i dati saranno resi disponibili come Open Data e i livelli prodotti all’interno del progetto saranno messi a disposizione e fruibili attraverso licenza Creative Commons e servizi web based (WMS, WFS e WCS).
Il progetto è finanziato in parte dalla Regione Toscana nell'ambito del POR CRO FSE 2007-2013 Asse IV – Capitale Umano, e in parte da società private: ASA - Agenzia Servizi Ambientali S.p.A., Studio Geotecnico Italiano s.r.l.

2012, in corso
Progetto "Carta Archeologica del Valdarno": co-direzione scientifica per il Centro di GeoTecnologie del progetto in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici dell'Emilia Romagna (funzionario responsabile: dr.ssa A. Turchetti) e l'Accademia del Poggio di Montevarchi (responsabile: dr.ssa V. Cimarri). La prima fase del progetto prevede la realizzazione una banca dati GIScon software open source dei rinvenimenti archeologici del Comune di Cavriglia, di una carta archeologica, di una carta di potenzialità archeologica e di strumenti di consultazione quali un webGIS e un'applicazione mobile per smartphone e tablet PC. (in corso)

2012-2013
Rilievo 3D del sito archeologico di Isernia La Pineta con software open source
Il progetto, svolto in collaborazione con l’Università di Ferrara (prof. Peretto), ha portato alla realizzazione di un rilievo tridimensionale della paleosuperficie 3a del sito archeologico di Isernia La Pineta, utilizzando esclusivamente software Open Source e tecniche di Image-Based Modelling (Python Photogrammetry Toolbox, MeshLab, CloudCompare).

2012
Rilievo 3D del sito archeologico di Poggio alla Regina con software open source
Il progetto è stato svolto in collaborazione con la dr.ssa paola Piani di Geographike s.r.l. e ha riguardato la realizzazione di un rilievo 3D utilizzando riprese da UAV, tecniche di Image-Based Modelling e software open source (Python Photogrammetry Toolbox, MeshLab, CloudCompare, sfm_georef, Quantum GIS).

2011
Progetto "Sistema Informativo Territoriale archeologico del Comune di Marzabotto": co-direzione scientifica per il Centro di GeoTecnologie del progetto in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici dell'Emilia Romagna (funzionario responsabile: dr.ssa P. Desantis). Il progetto prevede la realizzazione una banca dati GIS dei rinvenimenti archeologici del territorio di Marzabotto, di una carta archeologica, di una carta di potenzialità archeologica e di strumenti di consultazione quali un webGIS e un'applicazione mobile per smartphone e tablet PC. (in corso)

2011, in corso
Progetto "Adulis Project": co-direzione scientifica per il CGT del Progetto Adulis, finalizzato allo scavo e alla valorizzazione del sito archeologico eritreo Adulis; in partnership con il Centro di Ricerche sul Deserto Orientale (CeRDO), il Museo Civico di Rovereto, il Museo Nazionale Eritreo e con la collaborazione dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e di Archeologia Viva - Giunti Editore (in corso)

2010-2011
Progetto: "Portale dei Geopaesaggi della Regione Toscana": realizzazione di un portale dei paesaggi geologici della Regione Toscana, di un webGIS e di una cartografia turistica di itinerari geologico/culturali (in corso).
- Progetto: "info-Geo": sviluppo e gestione del servizio di ricerca bibliografica on-line denominato “info-Geo”, realizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Geologi, e creazione del relativo sito web www.info-geo.org

2006-2008
Progetto "Sistema Informativo Territoriale a finalità Archeologica del Comune di Parma": progettazione e implementazione di un SIT archeologico e realizzazione di una Carta Archeologica e di una Carta della Potenzialità Archeologica; collaborazioni: Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Parma, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, Museo Archeologico Nazionale di Parma; Centro di GeoTecnologie dell'Università di Siena, Compagnia Generale di Ripresaeree di Parma

2004
Progetto "Pompei - Insula del Centenario (IX 8)": partecipazione al progetto finalizzato allo studio e alla valorizzazione dell'Insula, attraverso attività di scavo archeologico, restauro; direzione scientifica: prof.ssa S. Santoro, Università degli Studi di Parma; collaborazioni: Università degli Studi di Bologna, CNR

2001-2006
Progetto "Castelraimondo": collaborazione con il Laboratorio di Archeologia e Restauro e il Laboratorio Informatico dell'Università di Parma allo studio della documentazione e dei materiali delle campagne di scavo presso il sito archeologico di Castelraimondo e alla pubblicazione della seconda tranche di indagini archeologiche, compiute tra 1999 e 2005; direzione scientifica: prof.ssa S. Santoro, Università degli Studi di Parma

2001-2004
- Progetto "A.M.A.R.I.S.": progettazione e implementazione di un database finalizzato al censimento delle fortificazioni di età romana sull’arco alpino centro-orientale (Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli, Slovenia occidentale) come parte del progetto" A.M.A.R.I.S.: Gli altri modi di abitare romano nell’Italia settentrionale: gli insediamenti minori d’altura fra età della romanizzazione e tarda antichità”; direzione scientifica: prof.ssa S. Santoro, Università degli Studi di Parma


Progetti di formazione

2012 – in corso
Coordinatore del Master UNESCO in Tecnologie Open Source per i Beni Culturali, organizzato per a partire dall'a.a. 2012/2013 dall’Istituto di Formazione e Ricerca della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO in collaborazione con il Centro di GeoTecnologie dell’Università degli Studi di Siena.
www.istitutoficlu.org/open-techne

Pubblicazioni
Pubblicazioni scientifiche

2013
[24] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Il rilievo tridimensionale in archeologia: Computer Vision e laser scanning a confronto. Il caso studio del settore 3 del sito archeologico di Adulis (Eritrea), in ArcheoFOSS 2013, VIII workshop open source free software e open format nei processi di ricerca archeologica (Catania,18-13 giugno 2013), in corso di stampa.

[23] P. Piani, G. Bigliardi, R. Salvini, Rilievo e modellazione 3d di un sito archeologico tramite strumentazione uav: confronto tra approccio closed- ed approccio open-source, in ArcheoFOSS 2013, VIII workshop open source free software e open format nei processi di ricerca archeologica (Catania,18-13 giugno 2013), in corso di stampa.

[22] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Tecnologie digitali integrate per lo studio del sito archeologico di Adulis (Eritrea), “Archeologia e Calcolatori” 24, 2013 in corso di stampa.

[21] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Il rilievo tridimensionale in archeologia: Computer Vision e laser scanning a confronto. Il caso studio del settore 3 del sito archeologico di Adulis (Eritrea), "ArcheoFOSS 2013, VIII workshop open source free software e open format nei processi di ricerca archeologica", Catania,18-13 giugno 2013 (poster).
www.scribd.com/doc/148523888/Il-rilievo-tridimensionale-in-archeologia-Computer-Vision-e-laser-scanning-a-confronto-Il-caso-studio-del-settore-3-del-sito-archeologico-di-Adulis

[20] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Il sito di Adulis (Eritrea). Raccolta e gestione dei dati archeologici tramite software opensource Open Source, Free Software e Open Format nei processi di ricerca archeologica, Atti del VII Workshop (Roma 11-13 giugno 2012), a cura di Mirella Serlorenzi, “Archeologia e Calcolatori” 24, 2013, Supplemento 4, pp. 222-227.
http://www.scribd.com/doc/212010292/Il-sito-di-Adulis-Eritrea-Raccolta-e-gestione-dei-dati-archeologici-tramite-software-Open-Source

2012
[19] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, An Open Source GIS for the archaeological site of Adulis in Eritrea, “4th International Conference on Remote Sensing in Archaeology – New Era of Earth Observation on Natural and Cultural Heritage”, Beijing (China), 24-26 ottobre 2012 (poster)
www.scribd.com/doc/112207166/G-Bigliardi-S-Cappelli-E-Cocca-An-Open-Source-GIS-for-the-archaeological-site-of-Adulis-in-Eritrea

[18] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Topographic map of the archaeological site of Adulis in Eritrea: integration of QuickBird image analysis and GPS survey, “4th International Conference on Remote Sensing in Archaeology - New Era of Earth Observation on Natural and Cultural Heritage”, Beijing (China), 24-26 ottobre 2012 (poster)
www.scribd.com/doc/112206101/G-Bigliardi-S-Cappelli-E-Cocca-Topographic-map-of-the-archaeological-site-of-Adulis-in-Eritrea-integration-of-QuickBird-image-analysis-and-GPS

[17] G. Bigliardi, S. Cappelli., E. Cocca, Archeologia e Open Source, “Quinta conferenza italiana sul software geografico e sui dati geografici liberi GFOSS DAY 2012", Torino, 14-16 Novembre 2012 (abstract).
http://dx.doi.org/10.6084/m9.figshare.156397

[16] G. Bigliardi, S. Cappelli, E. Cocca, Il sito di Adulis (Eritrea). Raccolta e gestione dei dati archeologici tramite software opensource, "ArcheoFOSS 2012, VII workshop open source free software e open format nei processi di ricerca archeologica", Roma - Palazzo Massimo alle terme, 11-12-13 giugno 2012 (poster)
www.scribd.com/doc/97514255/Il-sito-di-Adulis-Eritrea-Raccolta-e-gestione-dei-dati-archeologici-tramite-software-opensource

2011
[15] G. Bigliardi, Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma, “GIS e ARCHEOLOGIA - Fra Ricerca, Tutela e Gestione delle Risorse", Roma – Università La Sapienza, 11 ottobre 2011 (poster).
www.scribd.com/doc/92234902/Il-S-I-T-Archeologico-del-Comune-di-Parma

[14] G. Bigliardi, Atlante archeologico del Comune di Parma, Roma 2011
www.scribd.com/doc/89866187/Atlante-archeologico-del-Comune-di-Parma

[13] G. Bigliardi, M. Bottacchi, S. Cappelli, F. Duca, V. Turco, Portale dei GeoPaesaggi della Regione Toscana, “6a Riunione del GIT - Geology and Information Technology Group”, Molfetta (BA) 14-15-16 Giugno 2011 (poster)
www.scribd.com/doc/92238521/Portale-dei-GeoPaesaggi-della-Regione-Toscana

2009
[12] G. Bigliardi, Sistema Informativo Territoriale Archeologico e Carta della Potenzialità Archeologica del Comune di Parma, “Archeologia e Calcolatori” 20, 2009, pp. 331-350
http://www.scribd.com/doc/92250220/S-I-T-Archeologico-del-Comune-di-Parma-e-Carta-della-Potenzialita-Archeologica-del-Comune-di-Parma

[11] G. Bigliardi, Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma come strumento di conoscenza, tutela e programmazione urbanistica, “ 12a Conferenza Italiana Utenti ESRI”, Roma 27-28 Maggio 2009 (poster)
www.scribd.com/doc/92238875/Il-Sistema-Informativo-Territoriale-Archeologico-del-Comune-di-Parma-come-strumento-di-conoscenza-tutela-e-programmazione-urbanistica

[10] G. Bigliardi, Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma come strumento di conoscenza, tutela e programmazione urbanistica, Atti della 12a Conferenza Italiana Utenti ESRI, Roma 27-28 Maggio 2009
www.scribd.com/doc/92235427/l-Sistema-Informativo-Territoriale-Archeologico-del-Comune-di-Parma-come-strumento-di-conoscenza-tutela-e-pianificazione-urbanistica

2008
[9] G. Bigliardi, Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico del Comune di Parma. Manuale di riferimento, Roma 2008

[8] C. Basile, P.A.E. Bianchi, G. Bigliardi, C. Cogliati, P. Ferrari, S. Gasparini, Benefizio-via La Spezia (PR): la fase dell’età del Rame, in “L’Età del Rame in Italia”, Atti della XLIII Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria (Bologna, 26-29 novembre 2008), in corso di stampa

[7] C. Basile, P.A.E. Bianchi, G. Bigliardi, C. Cogliati, P. Ferrari, S. Gasparini, Interventi di scavo 2007-2008 in Via La Spezia (Parma). Fase dell’età del Rame: dati strutturali, materiali archeologici e gestione della documentazione, poster esposto presso “L’Età del Rame in Italia”, XLIII Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Bologna 26-29 novembre 2008

2007
[6] G. Bigliardi, La Praetentura Italiae et Alpium alla luce di nuove ricerche archeologiche, “Aquileia Nostra” LXXVIII, 2007, cc. 14-26
www.scribd.com/doc/92237046/La-Praetentura-Italiae-et-Alpium-alla-luce-di-nuove-ricerche-archeologiche

[5] G. Bigliardi, Il Sistema Informativo Territoriale Archeologico della città di Parma, “Archeologia e Calcolatori” 18, 2007, pp. 75-100
www.scribd.com/doc/92236710/Il-Sistema-Informativo-Territoriale-Archeologico-della-citta-di-Parma

2005
[4] G. Bigliardi, Le fortificazioni romane d’altura nella Cisalpina centro-orientale, in Gli altri modi dell’abitare romano in Cisalpina. Gli insediamenti minori fra romanizzazione e tarda-antichità, a cura di S. Santoro Bianchi, in corso di stampa

[3] G. Bigliardi, Ambiente 9 (porticus - saggio N), in G. Bigliardi et alii, Progetto Insula del Centenario (IX, 8). Saggi di scavo 1999-2004, in “Rivista di Studi Pompeiani” 16, 2005, pp. 262-264

2004
[2] G. Bigliardi, Alpes, id est claustra Italiae: la trasformazione dei complessi fortificati romani dell'arco alpino centro-orientale tra l'età tardo-repubblicana e l'età tardo-antica, "Aquileia Nostra" LXXV, 2004, cc. 317-372
www.scribd.com/doc/92239277/Alpes-id-est-claustra-Italiae-la-trasformazione-dei-complessi-fortificati-romani-dell-arco-alpino-centro-orientale-tra-l-eta-tardo-repubblicana-e-l

[1] G. Bigliardi, L’insediamento fortificato d’altura nel Caput Adriae: dati distributivi e problemi di continuità cronologica, in I Borghi d’altura nel Caput Adriae: il perdurare degli insediamenti dall’età del ferro al medioevo (Atti del Convegno Internazionale, Trieste 5-6 dicembre 2003), a cura di G. Cuscito, F. Maselli Scotti, "Antichità Altoadriatiche" LVI, 2004, pp. 135-148


Altre pubblicazioni

2013
[6] G. Bigliardi, Parma: 5 ritrovamenti archeologici da non dimenticare, Gazzetta dell'Emilia, 27 luglio 2013
www.gazzettadellemilia.it/cultura/archeologia/item/1151-parma-5-ritrovamenti-archeologici-da-non-dimenticare.html
[5] G. Bigliardi, Il settore culturale non conosce crisi: aumentano le imprese, i ricavi e l'occupazione, Gazzetta dell'Emilia, 10 luglio 2013
www.gazzettadellemilia.it/cultura/archeologia/item/1229-il-settore-culturale-non-conosce-crisi-aumentano-le-imprese-i-ricavi-e-l-occupazione.html

[4] G. Bigliardi, Il MiBAC a caccia di volontari... e in rete scoppia la polemica, Gazzetta dell'Emilia, 15 maggio 2013
www.gazzettadellemilia.it/cultura/archeologia/item/579-il-mibac-a-caccia-di-volontari-e-in-rete-scoppia-la-polemica.html

2011
[3] G. Bigliardi, S. Cappelli, A. Castiglioni, A. Castiglioni, E. Cocca, A. Manzo, B. Maurina, G. Zanazzo, Ritorno ad Adulis, “Archeologia Viva” 149, settembre 2011
www.scribd.com/doc/92241584/Ritorno-ad-Adulis

2008
[2] G. Bigliardi, La Carta di Potenzialità Archeologica del Comune di Parma, “ArcheoNews” LVI, Anno V, settembre 2008
www.scribd.com/doc/92240362/La-Carta-di-Potenzialita-Archeologica-del-Comune-di-Parma

2006
[1] G. Bigliardi, La Carta Archeologica di Parma: un GIS al servizio della pianificazione urbanistica, “ArcheoNews” XXXV, Anno III, dicembre 2006
www.scribd.com/doc/92239792/La-Carta-Archeologica-di-Parma-un-GIS-al-servizio-della-pianificazione-urbanistica

TORNA