Short Course
Metodi Geoelettrici Applicati all'indagine archeologica(ITMGAA)
Obiettivi e Contenuti

Docente Responsabile : Andrea Casella
Tutor : Ufficio Coordinamento Attività di Formazione
Inizio Lezioni : 27/4/2009
Fine Lezioni : 5/6/2009

 

Le indagini geofisiche, in quanto metodologie non invasive, hanno acquisito importanza in ambito nazionale a seguito dell’introduzione del decreto legislativo 163/2006 che prevede l’utilizzo di “indagini archeologiche e geologiche preliminari” all’intervento di scavo per la realizzazione di opere pubbliche, con il fine di verificare la possibile presenza di evidenze di interesse archeologico.

Il Corso in “Metodi geoelettrici applicati all’indagine archeologica” si rivolge principalmente a professionisti e dottorandi del settore archeologico e geologico interessati all’apprendimento del metodo di indagine geoelettrica per l’individuazione della geometria e della profondità delle strutture antropiche sepolte. 

  

La maggior parte del corso sarà dedicata all'acquisizione delle misure di resistività in un sito archeologico e all'elaborazione delle stesse nei laboratori informatici del CGT.

A supporto di un servizio didattico più completo (soprattutto durante le numerose esercitazioni in aula informatica), il Corso in Metodologie di prospezione geoelettrica è tenuto dai seguenti docenti:

- Dott. Geol. Andrea Casella
- Dott.ssa Marta Bottacchi 

L'intera attività didattica è supportato da attrezzature, software e personale afferenti al Laboratorio di Geofisica e Geofisica Applicata.