Professional Course
Archeologia preventiva(CPAPRA)
Obiettivi e Contenuti

Docente Responsabile : Marta Caterina Bottacchi
Tutor : Ufficio Coordinamento Attività di Formazione
Inizio Lezioni : 23/1/2009
Fine Lezioni : 6/2/2009

 

Il rapporto fra le esigenze di salvaguardia del patrimonio archeologico e quelle di pianificazione è da sempre quantomeno in Italia, conflittuale. Le esigenze operative che comportano lavori di scavo, da quelle edilizie a quelle estrattive fino alle grandi opere infrastrutturali, ha portato il tema della valutazione del rischio archeologico e dell'archeologia preventiva in primo piano per chi si occupa di beni culturali. In particolare negli ultimi anni la legge n.109 del 25 giugno 2005 propone una procedura in merito alla valutazione dell'impatto di opere infrastrutturali sul patrimonio archeologico e prevede infatti che i soggetti preposti alla realizzazione di opere pubbliche inviino alle competenti Soprintendenze i progetti preliminari delle opere, corredati da indagini geologiche e archeologiche, al fine di operare una stima dell’impatto dell’opera su eventuali preesistenze archeologiche che potrebbero comportare modifiche sostanziali al progetto. Le indagini archeologiche preliminari sono pertanto uno strumento di indagine indispensabile per la corretta valutazione della fattibilità dell’opera e per la messa a punto delle opportune strategie di intervento, con chiare ricadute benefiche in termini di rispetto dei tempi e dei costi di esecuzione oltre che di salvaguardia del patrimonio archeologico e naturalistico.

Per maggiorni informazioni potete contattare:

Dott.ssa Maria Cristina Salvi,

Tel. 055/9119449

mcristinasalvi@unisi.it